Freshen è un progetto artistico
per poter arrivare ad un'idea di arte
a misura e su misura,

attraverso la realizzazione
di opere indossabili ed "habitat-bili".


Una sigla, un insieme di lettere e parole
che racchiudono in se
il concetto di abito-habitat, uni_versatilità.


Il soggetto principale della ricerca sono
gli studi sull'evoluzione stilistica del costume,
che hanno fatto sì che le forme si arricchissero di nuove gestualità,
attraverso una trasposizione, non contaminata, nella realtà quotidiana contemporanea,
pur non perdendo il senso comune
e neanche la storicità del gesto
e del gusto per il "bello".



La vista si perde nel colore,
come se fosse attratto al suo interno,
trasformando così l'oggetto, assumendo nuove forme,
stravolgendole e reinventandole, non badando più a rigidi schemi formali,

imposti dai tradizionalismi classici,
dalle regole stagionali,
ma lasciandone trasparire l'essenza, l'anima,
potendo spaziare con il proprio pensiero.
Prendono così vita opere, progetti e creazioni,
metafore stesse della creazione artistica,
assolutamente ecclettiche, uniche e rare
come il "proprio io", come il "sé interiore".


Freshen si propone di rievocare il fascino
per la manualità e per l'espressione artistica
attraverso immagini, suoni, architetture, movimenti e cromatismi,
per far rivivere e celebrare il gusto per le creazioni
realizzate con cura e dedizione.


Freshen asseconda la mutevolezza del tempo interiore con opere uniche di  
Art à Porter ed Habit.abili.